Nel cuore del quartiere Nord della città di Catanzaro, un ampio appartamento di 120 mq è stato oggetto di un’importante ristrutturazione.

Il vecchio impianto che vedeva un lungo corridoio percorrere dall’ingresso tutta la casa, ha ceduto il passo ad una nuova distribuzione in cui il living è protagonista dello spazio.

Al centro del progetto le esigenze della committenza, il poter vivere una zona giorno ampia e luminosa dalle molteplici funzioni, in cui poter godere del relax, di momenti conviviali legati al pranzo ed alla cena e che avesse anche la possibilità di ospitare un piccolo angolo studio.
Il progetto del living è dunque espressione di queste esigenze, che si tramutano in funzionalità mediante la realizzazione di un interno studiato ad hoc: l’angolo studio ricreato mediante la realizzazione di una libreria a tutt’altezza servita da una scala scorrevole su di un binario e di uno scrittoio dalle linee minimal e dal gusto industriale, realizzato artigianalmente su disegno.

Dal gusto industriale e realizzata dall’azienda unicamente su disegno è anche l’ampia porta scorrevole in ferro e vetro a tutt’altezza che all’occorrenza separa l’ambiente living dalla cucina senza però farne perdere la visibilità.

La cucina è concepita con la cottura ad isola e piano snack a seguire che per un lato si appoggia ad un supporto artigianale realizzato in ferro in stile con la porta, lo scrittoio e con la scaffalatura in ferro porta vini.
A servizio della cucina, uno spazio dispensa attrezzato, con accesso diretto dalla zona di cottura dietro la parete lavagna, indispensabile quest’ultima per annotare i promemoria quotidiani.

Il tema che ricorre è l’altezza, tutte le porte dalle linee minimal, perché del tipo filomuro, si alzano da pavimento a soffitto, riprendendo i colori e le finiture delle pareti in cui sono inserite.
Nei materiali delle finiture hanno la meglio quelli che rimandano, sebbene in chiave cittadina, al mondo della produzione industriale: ferro, legno, cemento.
Il pavimento in gres “concrete” della zona giorno lascia spazio al parquet nel tono caldo ma grintoso del rovere naturale nella zona notte.

I due bagni, uno a servizio della casa ed uno ad uso esclusivo della camera padronale, ripropongono arredi su misura realizzati su disegno e si caratterizzano nei rivestimenti per l’uso della fibra di vetro, rappresentante in entrambi, seppur in due varianti, lo stesso tema del volto di donna.